Psicoterapia Sensomotoria

La Psicoterapia Sensomotoria

La Psicoterapia Sensomotoria (SP) è un approccio terapeutico innovativo che partendo da un approccio somatico utilizza le più recenti scoperte neuroscientifiche. Originariamente sviluppato da Pat Ogden, PhD negli anni ’80,  a differenza della maggior parte degli orientamenti psicoterapeutici, la SP propone una regolazione bottom-up ovvero dal basso (dal corpo) verso l’alto (i pensieri). La Sensorimotor Psychotherapy (SP) utilizza, quindi, la postura e il movimento come punto d’accesso in terapia ed è una modalità di intervento che non è opposta, ma complementare, ad altri approcci terapeutici, come la psicoterapia cognitivo comportamentale, che si basano invece su una regolazione top-down ovvero dall’alto (dalla mente) al basso (corpo, movimenti, postura).

Basi teoriche della Psicoterapia Sensomotoria

Il principale riferimento teorico e tecnico della Psicoterapia Sensomotoria (Sensorimotor Psychotherapy o SP) è il Metodo Hakomi (Hakomi Method, Kurtz), approccio somatico alla psicoterapia a sua volta influenzato da numerose discipline fisiche quali lo yoga, l’integrazione posturale, la danza e altri approcci basati sul movimento. Inoltre, la SP poggia su un quadro teorico che utilizza i contributi teorici e tecnici della psicoterapia cognitivo-comportamentale, i lavori pionieristici di Pier Janet sul trauma, nonché le attuali ricerche sulle neuroscienze e sul trauma, la teoria dell’attaccamento e la dissociazione. Nata quindi come una nuova forma di psicoterapia corporea, la Psicoterapia Sensomotoria e’ diventata progressivamente un approccio psicoterapeutico integrato che nasce dalla consapevolezza dei limiti della suddivisione tra mente e corpo. Corpo e mente, infatti, sono stati analizzati dal pensiero scientifico occidentale come entità separate, eppure un numero sempre crescente di studi confutano questa visione dicotomica riscontrando dati circa la connessione del sistema nervoso con altri sistemi (ad es., immunologico ed endocrino); diventa quindi fondamentale, sia a livello teorico-psicologico che clinico/pratico-psicoterapeutico, contrastare sempre più questa visione dicotomica.

Tecniche e modalità di intervento della Psicoterapia Sensomotoria

Il terapeuta sensomotorio incorpora attivamente e in modo sostanziale gli aspetti somatici all’interno della terapia, fornendo un approccio mente-corpo fortemente unificato utilizzando, a seconda delle esigenze, interventi bottom-up (corpo-mente) o top-down (mente-corpo).

Lo psicoterapeuta aiuta il paziente a diventare curioso e interessato al modo in cui le risposte corporee del passato continuano a presentare la loro influenza nel contesto del tempo presente e a come cambiare queste risposte per consentire un funzionamento più flessibile e adattivo nel presente e nelle aspettative (verso il futuro). In una seduta di Psicoterapia Sensomotoria viene dunque riservata una marcata attenzione alla consapevolezza o mindfulness ed ai movimenti corporei, a diventare consapevoli del proprio corpo, a imparare a seguire le proprie sensazioni fisiche e ad implementare azioni fisiche che promuovano l’autostima e la competenza oltre che affinare o apprendere come regolare i propri stati emotivi.

Domande frequenti (FAQ) sulla Psicoterapia Sensomotoria

Quali sono i principali obiettivi della Psicoterapia Sensomotoria?

Nel trattamento per fasi della Terapia Sensomotoria si mira principalmente a:
• Incrementare la qualità di vita aumentando o acquisendo le capacita’ necessarie per affrontare, gestire o sentire emozioni e sensazioni nei diversi ambiti di vita quali l’area lavorativa, la cura di sé, l’ambito ludico, la sfera delle relazioni (ad es., amicali, amorose, lavorative, familiari)
• Monitorare e controllare i livelli di attivazione psicofisiologico (ad es. ansia, sensazione di volersi chiudere in se stesso, terrore, disperazione, sensazione di debolezza, vergogna, sensazione di volere scappare, senso di colpa)
• Sviluppare il corpo come risorsa e diventare consapevoli delle sensazione somatiche (senso di Sé somatico o felt sense of Self) al fine di progredire verso sistemi più elaborati, maturi e integrati

Qual’è il ruolo della Minfulness nella Psicoterapia Sensomotoria?

La mindfulness è lo stato passivo o contemplativo della coscienza il cui scopo è osservare “quello che è” anziché cercare di manipolarlo, cambiarlo o trarre conclusioni al riguardo. Si tratta quindi di concentrarsi sugli stati interiori e rivolgersi all’esperienza presente.

Nella Psicoterapia Sensomotoria…
• …invece di parlare delle esperienze, si impara a osservarle e a descriverle con parole semplici, a notare i movimenti abituali, le posture, o le sensazioni corporee interne man mano che avvengono.
• ...invece di interpretare l’esperienza, si diventa curiosi al riguardo. Si impara a studiare l’interazione di emozioni, pensieri, sensazioni corporee interne e movimenti così’ come ad inibire le tendenze abituali alle azioni procedurali legate al trauma e a procedere con nuove azioni fisiche, risorse somatiche, risposte di difesa adattive, capacita’ di autoregolazione.

La mindfulness è lo stato passivo o contemplativo della coscienza il cui scopo è osservare “quello che è” anziché cercare di manipolarlo, cambiarlo o trarre conclusioni al riguardo. Si tratta quindi di concentrarsi sugli stati interiori e rivolgersi all’esperienza presente.

Nella Psicoterapia Sensomotoria…
• …invece di parlare delle esperienze, si impara a osservarle e a descriverle con parole semplici, a notare i movimenti abituali, le posture, o le sensazioni corporee interne man mano che avvengono.
• ...invece di interpretare l’esperienza, si diventa curiosi al riguardo. Si impara a studiare l’interazione di emozioni, pensieri, sensazioni corporee interne e movimenti così’ come ad inibire le tendenze abituali alle azioni procedurali legate al trauma e a procedere con nuove azioni fisiche, risorse somatiche, risposte di difesa adattive, capacita’ di autoregolazione.


Quali sono i principi guida della Psicoterapia Sensomotoria?

Ispirandosi al Metodo Hakomi, i quattro principi guida della psicoterapia sensomotoria sono:

  1. Oganicità: si ritiene che vi sia una capacità di crescita e di cambiamento intrinseca a noi tutti così che anche quando si è ‘bloccati’, ipotizziamo la presenza concomitante di una tendenza alla crescita e al cambiamento su cui si fa leva in terapia
  2. Principio della non violenza: il terapeuta coltiva un atteggiamento non giudicante, di accettazione del paziente ‘tutto’, parti e comportamenti, specialmente ciò che quest’ultimo fa fatica a riconoscersi o verso cui prova forti emozioni negative
  3. Unità: ognuno di noi è interconnesso, parte di un unico processo organico che abbraccia la natura e l’universo; ogni mente e corpo contiene anche parti interconnesse e interdipendenti; nell’unità diventiamo simultaneamente consapevoli della nostra e dell’altrui separatezza, pur mantenendo un senso di connessione agli altri e all’universo
  4. Collaborazione: lo psicoterapeuta promuove la massima collaborazione possibile con il paziente così che si lavori insieme; il terapeuta non ha tutte le risposte né tutto il potere

La Psicoterapia Sensomotoria è adatta per il trauma psicologico?

La Psicoterapia Sensomotoria è stata specificatamente calibrata per trattare:

  • Disturbo da Stress Post-traumatico (PTSD)
  • Disturbo da Stress Post-traumatico complesso (cPTSD)
  • Difficoltà e traumi derivanti dalle relazioni con le persone di riferimento durante la propria infanzia e adolescenza (traumi d’attaccamento)

La principale strategia adottata dalla SP per aiutare il paziente ad elaborare i ricordi post-traumatici è quella di confrontarsi gradualmente con i ricordi stessi attraverso la componente sensomotoria, mantenendola inizialmente disconnessa rispetto alle dimensioni emotive e cognitive. Questa modalità ‘delicata’ di affrontare il trauma fornisce un aiuto importantissimo per mantenere il paziente in una condizione di sicurezza psicofisiologica, dimensione ottimale per potersi confrontare, finalmente in modo diverso, con i ricordi post-traumatici.

Vuoi ricevere altre informazioni sulla Psicoterapia Sensomotoria?

…leggi qui!

Vuoi ricevere altre informazioni sulla Psicoterapia Sensomotoria?

Contattami subito: sarò felice di parlare con te.